La foto della pecora con il reggiseno fa il giro del web, ma c’è un motivo che non ti aspetti

La pecora fa troppo latte. Talmente tanto che le sue mammelle arrivano a toccare terra. In Nuova Zelanda hanno usato un rimedio semplice e a portata di mano per aiutarla: farle indossare un reggiseno per donne. Protagonista di questa cura tutta particolare (ma a quanto pare, efficace) è stata Rose, una pecora di una piccola fattoria di Auckland che ha avuto danni ai legamenti sospensivi delle sue mammelle quando ha iniziato a produrre, durante la gravidanza, un alto quantitativo di latte.

“Quando ciò accade, la mammella può rimanere così bassa che può avere traumi” con lo strofinamento a terra, spiega Sarah Clews, veterinaria della Franklin Vets Lifestyle Farms. Un danno, questo, che potrebbe portare anche alla morte dell’animale.

1577419817681 1 700x395 - La foto della pecora con il reggiseno fa il giro del web, ma c'è un motivo che non ti aspetti

Per evitare un intervento chirurgico di riparazione dei legamenti o di asportazione delle mammelle, è stata la dottoressa a chiedere ai proprietari di Rose di provare ad prendersi cura di lei grazie a un reggiseno femminile usato per le maternità (un equivalente di un’ottava misura) che è stato appositamente modificato bucandolo all’altezza dei capezzoli per permettere di nutrire i suoi tre agnelli neri, nati lo scorso 11 novembre.

1577419817681 700x395 - La foto della pecora con il reggiseno fa il giro del web, ma c'è un motivo che non ti aspetti

Secondo quanto riporta il quotidiano online neozelandese Staff, pare che il rimedio abbia funzionato: la veterinaria ha notato un miglioramento delle condizioni delle mammelle a tal punto che, dai proprietari, ha poi comprato il reggiseno della pecora così da poter provare in altre pecore questo stesso rimedio qualora si dovesse ripresentare un caso simile.

Amore Animale è presente anche su Instagram, se vuoi seguirci CLICCA QUI

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un applauso a questi volontari! 😍😍😍

Un post condiviso da Amore Animale (@amore.animale) in data:

Lascia un commento