Gli è stato consigliato di abbandonare il cane, e lui ci ha provato. Sperava che il cane non lo seguisse, ma lo ha seguito ovunque stremato dalle forze e dalla fame fino a quando…

Gli è stato consigliato di abbandonare il cane, e lui ci ha provato. Sperava che il cane non lo seguisse, ma lo ha seguito ovunque stremato dalle forze e dalla fame fino a quando…
Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on pinterest
Pinterest

Sommario

La squadra svedese di corsa estrema “Peak Performance” stava partecipando al Campionato Mondiale di Raid, quando è avvenuta questa storia incredibile.

Il team stava attraversando la giungla dell’Ecuador, quando è stato avvicinato da un cane randagio molto affamato. Nonostante il fatto che i membri della “Peak Performance” avessero bisogno delle proprie razioni di cibo, a causa delle difficoltà di questa gara, il capitano della squadra, Mikael Lindlord, ha dato una polpetta al cane.

15485 1017761758249304 3131178706105618465 n 700x467 - Gli è stato consigliato di abbandonare il cane, e lui ci ha provato. Sperava che il cane non lo seguisse, ma lo ha seguito ovunque stremato dalle forze e dalla fame fino a quando…
Foto Krister Göransson

Arthur – il nome del cane – ha deciso di ringraziarli in modo davvero strano. Ha attraversato la giungla insieme alla squadra! All’inizio, gli atleti non erano consapevoli della presenza di Arthur, e speravano che il cane non li seguisse, poiché la gara è davvero dura anche per persone esperte.Ma durante una pausa, hanno visto che Arthur era lì con loro, persino più affamato. I membri della “Peak Performance” hanno continuato a dargli del cibo, perché non morisse, e hanno proseguito con la gara.

arthur 700x467 - Gli è stato consigliato di abbandonare il cane, e lui ci ha provato. Sperava che il cane non lo seguisse, ma lo ha seguito ovunque stremato dalle forze e dalla fame fino a quando…
Foto: Krister Göransson

Quando la squadra è giunta a un fiume, gli organizzatori hanno consigliato loro di abbandonare Arthur. Ma ciò non poteva impedire al cane di seguirli.

arthur 1 700x467 - Gli è stato consigliato di abbandonare il cane, e lui ci ha provato. Sperava che il cane non lo seguisse, ma lo ha seguito ovunque stremato dalle forze e dalla fame fino a quando…
Foto: Krister Göransson

Arthur è diventato membro onorario della squadra. Ha viaggiato più di 600 km con la sua nuova squadra e ha superato tutti gli ostacoli che si sono presentati lungo il cammino. E sebbene la “Peak Performance” non abbia vinto la gara, i suoi membri sono stati considerati dei veri eroi.

arthur 2 700x467 - Gli è stato consigliato di abbandonare il cane, e lui ci ha provato. Sperava che il cane non lo seguisse, ma lo ha seguito ovunque stremato dalle forze e dalla fame fino a quando…
Foto: Krister Göransson

Quando hanno lasciato la riva, Arthur è saltato in acqua e ha iniziato a nuotare accanto a loro. Ma l’acqua era incredibilmente fredda, perciò la squadra lo ha fatto salire a bordo del proprio kayak.

arthur 3 700x467 - Gli è stato consigliato di abbandonare il cane, e lui ci ha provato. Sperava che il cane non lo seguisse, ma lo ha seguito ovunque stremato dalle forze e dalla fame fino a quando…
Foto: Krister Göransson

Fonte: fabiosa.com

 

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on pinterest
Pinterest

Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento