Piangeva e ululava in mezzo la strada. Era disperato e correva avanti e indietro senza sosta. Quando un uomo mi ha raccontato cosa aveva visto ho capito il perché del suo comportamento

Siamo a Tucumán, in Argentina, dove un cucciolo di approssimativamente un anno e mezzo è stato abbandonato in un parco. Qualcuno ha visto una donna che stava giocando con lui.

Un minuto dopo si è guardato intorno per vedere se la stavano riprendendo e se n’è andata senza girarsi. È salita in macchina ed è scappata.

L’uomo che l’ha vista era troppo lontano e non è riuscito a prendere la targa e nemmeno registrare il momento… ma ha ripreso i momenti seguenti. Il povero cane ha iniziato a piangere disperatamente, guardando nella direzione in cui se n’era andata la sua ex proprietaria.

Aveva capito di essere stato abbandonato e piangeva… il suo pianto era straziante.

L’uomo riuscì a prenderlo e lo portò in un rifugio dove i volontari gli fecero un sacco di coccole per cercare di tranquillizzarlo. Lo chiamarono Negro (Nerino) e si misero subito alla ricerca di una famiglia per lui. E, fortunatamente, dopo poche settimane, una famiglia lo adottò…

Il suo video, postato on line, era diventato virale e aveva fatto il giro del mondo. Ecco perché vi chiediamo sempre di condividere le storie degli animali che cercano casa… di una vostra semplice condivisione dipende la vita di un cane…

A voi non vi costa nulla… per loro può fare la differenza tra la vita e la morte.

Adesso Nerino ha una bellissima famiglia che lo ama e lo riempie di coccole… è stato fortunato e ha incontrato le persone giuste… ma quanti cani, come lui, perdono tutto in un istante e rimangono per anni a vagare sulle strade della città.

Non giratevi mai dall’altra parte quando vedete un randagio. Chiamate i volontari, i vigili urbani, un amica che ha lo spazzi per ospitarlo se voi non potete farlo.

Ma non rimanete mai indifferenti…

Fonte

Piangeva e ululava in mezzo la strada. Era disperato e correva avanti e indietro senza sosta. Quando un uomo mi ha raccontato cosa aveva visto ho capito il perché del suo comportamento

loading...

Lascia un commento