”Non scherziamo! Il cane deve essere trattato da cane: catena intorno al collo, cuccia fatiscente e niente coccole”. Ma poi è successa una cosa inaspettata…

Da quando Peanut aveva pochissimi mesi di vita, ha passato il suo tempo incatenato in una proprietà rurale del Pannsylvania. I suoi proprietari vivevano lì ma non erano interessati al cane e al suo mantenimento… sostenevano che il cane doveva essere trattato da cane…

Al giorno d’oggi è davvero difficile pensare di trattare così un cane per tutta la sua vita! Tutto ciò che Peanut conosceva della vita era questo: una catena intorno al collo e poco spazio per potersi muovere liberamente… ma non sapeva che tutto stava per cambiare in meglio!

I vicini di casa vennero a sapere del cane dopo che la staccionata divisoria crollò improvvisamente: avvertirono subito le autorità ma nessuno fece nulla.

.

Tuttavia la voce si sparse fino all’associazione HOPE for Erie Animal Wellness, che si occupa di salvare cani ed altri animali nella situazione di Peanut. Una donna di nome Russelline Steinbuhle, che abitava a pochi chilometri dall’abitazione incriminata, aveva una figlia che lavorava per l’associazione e che quotidianamente riceveva chiamate per casi simili… ma, vista la vicinanza, decise di intervenire per questa situazione. Una volta arrivata sul posto, la ragazza si rese conto delle condizioni drammatiche.

La cuccia di Peanut stava cadendo a pezzi, aveva buchi ovunque e al posto di una minima pavimentazione c’era una grande pozza d’acqua. Subito Russelline decise di prendersi cura del cane: parlò con i suoi proprietari e si offrì di dare una mano, fu a quel punto che la coppia ammise di averlo tenuto incatenato tutto il tempo.

Fortunatamente accettarono l’aiuto e i volontari di HOPE non rimasero con le mani in mano: gli costruirono una cuccia nuova, con una catena più lunga in modo che potesse giocare nell’erba invece che nel fango. Dopo qualche mese, grazie ad una legge che prevedeva un massimo di tempo per tenere un cane incatenato, Peanut fu finalmente liberato e dato in adozione!

Fonte: ilmiocanebau

loading...

Lascia un commento