La sua cagnolina muore e dopo pochi giorni le succede una cosa che i medici non sanno come spiegare ma gli amanti degli animali sì

Quando Joanie Simpson è arrivata in ospedale, i medici pensavano che avesse appena avuto un infarto. Ma hanno capito ben presto che il problema della signora era un altro: il cuore spezzato per la perdita del suo cane.

Si chiama «sindrome tako-tsubo» (chiamata anche «cardiomiopatia da stress» o «sindrome dal cuore infranto»), ed è spesso associata alla morte di un familiare, di solito di un coniuge o un figlio.

I sintomi sono simili a quelli di un infarto, cioè forti dolori al torace. Ed è una malattia rara che può colpire soprattutto le donne tra i 58 e i 75 anni, provocando un indebolimento del ventricolo sinistro. In questo caso la perdita del cane è stata per la signora l’ultima «disgrazia – racconta Simpson – che si è aggiunta a una serie di sfortunati eventi».

sindrome cuore infranto

Il figlio era stato sottoposto a un intervento chirurgico, suo genero aveva perso il lavoro, e «la morte di Meha, che stava lentamente guarendo da una malattia e io ero convinta che riuscisse a guarire – aggiunge la signora – mi ha sconvolta».

Oggi Joanie Simpson sta meglio: «In realtà non sono affatto sorpresa dal tipo di diagnosi – dice – perché per me è come se avessi perso un compagno di vita. Tra un po’ di tempo, superato lo choc, adotterò un altro cane».

Fonte: lastampa.it

loading...

Lascia un commento