La cagnolina, normalmente, era dolce e socievole ma si trasformava quando veniva portata all’aria aperta. Le si leggeva il terrore negli occhi e si rifiutava di camminare. Una visita al veterinario e una lastra hanno svelato il motivo

Mama e i suoi cuccioli vivevano in un rifugio che organizza i stallo nel South Carolina. Ma Mama è una cagnolina un po’ diversa dagli altri cani… non amava stare all’aria aperta. Era così strano… perché tutti i cani amano giocare sull’erba e correre sui prati.

Lo staff del gruppo, dopo svariato tempo che aveva con sé Mama, ha deciso di chiamare il rifugio North Shore Animal League America per capire se, finalmente, fosse stato possibile trasferire la cagnolina ed i suoi piccoli in modo da trovare loro delle sistemazioni permanenti e adatte in una vera e propria famiglia.

Una volta arrivati al North Shore, era chiaro che Mama avesse bisogno di un po’ di tempo per adattarsi al cambiamento e socializzare con altri cani e persone, in vista dell’adozione.

Fortunatamente, Mama è stata resa disponibile per l’adozione dopo pochi giorni: il suo carattere si rivelò essere molto dolce e socievole, dopo la timidezza iniziale che la faceva prendere le distanze da tutti.

Cindy Szczudlo, direttrice del progetto delle adozioni nel rifugio, decise però di sottoporla prima alle visite mediche di routine: dopo i raggi X, si scoprì che Mama aveva la filaria e soprattutto era piena di piccoli ed insidiosi proiettili a pressione, gli stessi che vengono usati per scacciare gli uccellini o per tirare al bersaglio.

Ora era chiaro perché a Mama non piacesse stare all’aperto… Dal momento che i proiettili non intaccavano in nessun modo alla salute e soprattutto non davano fastidio alla cagnolina, il veterinario decise di non rimuoverli, anche per non sottoporre Mama ad un ulteriore stress.

Con molta calma e tantissimo affetto, Mama si è integrata alla perfezione nel canile ed ora ama fare tutto ciò che fanno i suoi simili, compreso correre all’aria aperta e godersi un po’ di sano relax stesa sull’erba del giardino, dove può giocare con tanti altri cani.

Ora manca una sola cosa: una famiglia! Ma siamo sicuri che presto qualcuno si innamorerà dei suoi occhioni dolci…

Fonte: ilmiocanebau

loading...

Lascia un commento