Era disperata. Si aggrappava alle rocce per non morire annegata. Negli occhi le si leggeva una cosa sola: ‘Non voglio morire!’ Ma guardate cosa succede quando arrivano i soccorritori

Siamo in India dove i volontari di Animal Aid Unlimited sanctuary hanno ricevuto una chiamata da un abitante del posto. L’uomo diceva di aver visto una cagnolina all’interno di un pozzo pieno d’acqua e chiedeva loro di venire subito attrezzati con funi e corde per poter scendere le pareti ripide del pozzo.

Li pregava di sbrigarsi perché la cagnolina si stava lasciando andare. Quando sono arrivati sul posto hanno trovato la piccola che ormai non ce la faceva più.

Probabilmente era caduta all’interno di quel pozzo molto tempo prima e aveva notato per ore. Era, ormai, stanchissima e non riusciva più a nuotare. Ogni tanto riusciva ad aggrapparsi alle paretti del pozzo con le unghie ma anche questo richiedeva un notevole sforzo e la povera cagnolina cadeva di nuovo in acqua.

Era disperata. Si aggrappava alle rocce per non morire annegata

Quando ha visto i soccorritori i suoi occhi si sono illuminati. Aveva tanta paura ma il suo sguardo sembrava dire: “Non voglio morire! Non lasciatemi qua”.

E i volontari di Animal Aid Unlimited sanctuary non hanno perso tempo. Uno di loro si è imbragato e si è calato nel pozzo e, con l’aiuto di una retina, è riuscito ad agganciare l cagnolina.

La piccola si è lasciata prendere… non aveva più la forza di combattere. Immaginatevi la sua paura per tutte quelle ore immersa nell’acqua fredda… nuotando continuamente per non affondare.

L’hanno tirata fuori e l’hanno lasciata all’interno della rete per evitare che scapi per la paura. Ma lei, ormai, si era arresa… aveva capito che quelle persone volevano aiutarla e si è tranquillizzata.

Quando è arrivata al rifugio i volontari le hanno guardato le zampe: erano sanguinanti perché, nella sua disperazione, si era aggrappata alle pareti del pozzo e la pietra le aveva tagliato la pelle.

Adesso sta molto meglio e si gode le coccole dei volontari… che cercano per lei una casa e una famiglia che la ami e che la faccia dimenticare quello che è successo… buona vita piccola e grazie a queste persone meravigliose che, con pochi mezzi, riescono a salvare tante vite ogni giorno.

Fonte: ilmiocanebau

loading...

Lascia un commento